AFFITTO APPARTAMENTO A STUDENTI. COME TUTELARMI?

0
662

Buongiorno avvocato, sono un pensionato con una casa vicino al Polo universitario. Ho buona richiesta da parte di studenti ma non sono tranquillo. Come posso tutelarmi? 

Egregio Signor Alessandro, la legge 431/98 ha introdotto la fattispecie del contratto di natura transitoria per lo studente. Tale tipologia prevede che il contratto sia stipulato per la durata di minimo un mese ad un massimo di 18, purchè sussistano dei validi motivi, espressamente documentati per predisporne la transitorietà. Nel suo caso basterà allegare l’iscrizione all’università dei conduttori perché si verifichi la correttezza per quel tipo di contratto.  I conduttori sono tenuti a depositare una cauzione, pari a 2 o 3 mensilità, che il proprietario restituirà all’affittuario al termine del contratto, nel caso in cui, dopo aver esaminato l’abitazione, non risultino danni.

Sicchè, qualora il suo timore sia che gli studenti possano deteriorare l’immobile oppure che si rendano morosi rispetto al pagamento del canone di locazione, basterà stipulare per la prima volta un contratto con durata minima. Infatti alla  scadenza quest’ultimo potrà essere rinnovato, purchè permangano i requisiti di transitorietà, che devono essere comunicati dal locatore a mezzo di raccomandata.  In tal modo qualora i suoi timori dovessero essere fondati, non avrà bisogno di iniziare una procedura di sfratto, ma dovrà semplicemente attendere la scadenza del contratto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here