SCEGLIERE LA CUCINA GIUSTA, FASE FONDAMENTALE DEL VOSTRO ARREDAMENTO.

0
298

Facendo zapping in televisione ci accorgiamo della numerosa presenza di programmi dedicati alla cucina, dove spesso il grande Chef diventa protagonista assoluto. L’importanza che stanno assumendo questi programmi ci fa ben capire il ruolo cruciale che l’atto del cucinare assume sempre più all’interno del contesto familiare. Capirete dunque, in questa situazione, quanto la scelta di una cucina possa diventare fondamentale quando si è in procinto di arredare casa; al punto che il 60/70% dell’investimento previsto per l’arredo interno viene devoluto proprio nell’acquisto della cucina. Non è solo uno dei luoghi dove si realizza ogni giorno il sacro rituale della preparazione del cibo necessario al nostro sostentamento, è anche un luogo dove si comunica con la propria famiglia, con i propri amici, un rifugio quando si ha bisogno di riflettere e un luogo dove scatenare la propria creatività e inventiva. Arredare la cucina diventa così uno dei momenti più complessi di tutta la fase di arredo che riguarda un’abitazione, gli spazi vanno misurati attentamente, la scelta del piano e degli elettrodomestici va ponderata con cura, così come la posizione del lavello, del frigorifero e del forno. Tutte cose che richiedono tempo e la nostra massima attenzione.

MISURE: DA PRENDERE AL MILLIMETRO
Prima e indispensabile fase di quest’operazione è la misurazione dello spazio disponibile per l’arredo, prendere bene nota delle misure richiede la massima precisione, anche il più piccolo errore potrebbe creare danni irreparabili al vostro progetto, sopratutto se la cucina dovrà occupare più di una parete del locale. Molta attenzione va prestata anche alla posizione degli elettrodomestici e al loro possibile ingombro.

PIANO DI LAVORO: IL MATERIALE FA LA DIFFERENZA
La scelta del piano di lavoro è un’altra di quelle fasi che condizioneranno il futuro della vostra cucina, quindi è necessario valutare bene il materiale con cui lo sceglierete. Il laminato offre molte possibilità ma sicuramente la principale è il risparmio economico oltre alla sua leggerezza e praticità. Se vogliamo invece prediligere la resistenza e la durata dobbiamo puntare sulla pietra, marmo, granito e okite in prevalenza che garantiscono la robustezza e la longevità. Per chi in cucina passa molto del suo tempo e cerca praticità e pulizia, si può optare per un piano in metallo Inox che garantisce massima igiene e pulizia.

ELETTRODOMESTICI
Generalmente chi vende cucine tende sempre a inserire all’interno del pacchetto di vendita una gamma di elettrodomestici selezionati tra le migliori marche esistenti, bisogna in ogni caso ponderare bene cosa serve veramente e quali esigenze dovranno soddisfare, in particolare il frigorifero che potrà essere più o meno capiente a seconda del nucleo familiare, con singolo o doppio freezer se si predilige il surgelamento dei cibi. Per quanto riguarda i fornelli invece si può optare per la classica fiamma o per il sistema a induzione, pratico e facile da pulire. Fornelli a piastra elettrica sono invece consigliabili se non si dispone di un allacciamento al gas anche se incidono particolarmente sul consumo energetico. Anche il forno ha la sua importanza, oggi si tende a cucinare con il microonde o fornetto elettrico, ricordiamoci però che in una famiglia numerosa, anche l’arrosto deve essere abbondante e spesso occorre un forno più grande per cucinarlo adeguatamente.

COLORI E ILLUMINAZIONE
La scenografia dell’ambiente cucina dipende esclusivamente da due fattori principali, le luci e la resa cromatica della vostra cucina. Faretti o lampadario dipendono dai propri gusti, teniamo però in considerazione che, sopratutto la sera, avere una buona illuminazione elettrica fa la differenza, soprattutto se si cucina e si cena nello stesso ambiente. Scegliere una cucina di colori chiari e neutri permette di dare all’ambiente quella suggestione luminosa necessaria ad ingrandirlo e a renderlo più arioso.

STILI
Esistono diversi stili con cui vengono progettate le cucine, lo stile più gettonato è sicuramente quello moderno, lineare, essenziale e semplice, in laminato con manici in metallo, sportelli apribili dall’alto, laterali o angolari, ma si può scegliere anche uno stile più country ispirato alla provenza, dove il legno rustico è preponderante, ideale sopratutto per le ville e case di campagna. I più trendy possono anche optare per lo stile Shabby Chic, ovvero uno stile che richiama l’antico, il trasandato, il vissuto, fatto sopratutto di particolari con mobili in legno e cucina in muratura.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here