Tendenze design 2022

Sostenibilità, comfort e personalità: sono queste le parole d’ordine emerse durante il Salone del Mobile 2021 che ci accompagneranno per tutto il 2022. La naturalità, capace di donare calma e benessere, e i contrasti che imprimono carattere e creatività agli ambienti saranno alla base dello stile per i prossimi dodici mesi, senza mai dimenticare che tutte le nostre scelte concorro al mantenimento dell’equilibrio dell’intero ecosistema.

La crescente consapevolezza verso i temi ambientali ha spinto un gran numero di aziende a progettare soluzioni green. L’attenzione di designer e produttori si è concentra su tutto il ciclo produttivo: si preoccupa di contenere la propria impronta di carbonio, predilige le materie prime naturali e fa grande ricorso ad oggetti e materiali riciclati.

Il legno in particolare si eleva a protagonista nelle sue tonalità più calde, per rendere accoglienti tutti gli ambienti. Anche i tessuti diventano grezzi, mentre vimini e rattan portano nelle stanze sensazioni naturali e richiamano alla mente un’idea contemporanea di campagna.

La pietra si fa largo per rivestimenti e piani d’appoggio sempre nell’ottica di ricreare ambientazioni rilassanti e naturali.

Si affermano soluzioni d’arredo polivalenti e trasformabili, per donare dinamicità alle stanze e accompagnarci dalle ore di lavoro ai momenti più conviviali.

Gli ambienti infatti devono adattarsi completamente allo stile di vita di chi li abita e farlo sentire a proprio agio in ogni momento.

Largo allora a elementi studiati per migliorare il comfort abitativo, dai pannelli fonoassorbenti di design all’illuminazione che crea atmosfere rilassanti. Il vetro in particolare viene scelto per lampadari e decorazioni di design, per giochi di luce e colore. Lo spazio verrà gestito in modo fluido, riducendo la separazione tra soggiorno e cucina, nell’ottica della convivialità e dell’informalità. Isole e penisole sono ora elementi di unione che traghettano da uno spazio all’altro, corredati da sgabelli alti e leggeri al posto delle tradizionali sedie.

Per vivere un’atmosfera rilassata emergono nuovi stili: japandi e hyggie.

Il primo d’ispirazione giapponese ma declinato secondo il minimalismo nordico, predilige spazi puliti, materiali grezzi, tonalità delicate e complementi studiati per riempire lo spazio senza invaderlo.

Il secondo è una vera e propria filosofia di vita che arriva dalla Danimarca, improntata alla moderazione e alla frugalità. Il termine (che si pronuncia ugghe) indica il senso di intimità e piacevolezza derivante dal vivere in maniera semplice. La casa diventa luogo d’incontro per amici e familiari, decorata con candele, cuscini e tappeti, ricca di sedute di forme differenti, ma essenziale negli armadi, date le ridotte necessità contenitive.

Ad unire tutte queste tendenze è il colore, capace di trasferire la propria personalità agli spazi.

Sulla base naturale dei legni e i riflessi illuminanti del vetro, la scelta di una tonalità d’impatto per i complementi permette di imprimere il proprio gusto e rendere più piacevoli gli spazi. L’intramontabile blu, si affianca ad un giallo più caldo di quello scelto per il 2021, ocra e oro in primis. Per connettersi maggiormente alla natura saranno i verdi a farla da padroni, con una preferenza per le tonalità bosco e oliva.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here