ACQUISTARE IL NUOVO. COME EVITARE I RISCHI DEL FALLIMENTO?

1068

Avvocato, ho intenzione di acquistare un immobile, ancora in fase di realizzazione direttamente dal costruttore. Che cosa succede se la ditta dovesse fallire prima del completamento dell’opera? E se per qualunque altro motivo i lavori si dovessero fermare? 

La legge n. 210/2004, successivamente integrata dal D.lgs n. 122/2005, ha introdotto a carico del costruttore-venditore che abbia intenzione di procedere alla vendita di immobili da costruire, l’obbligo, per quest’ultimo di consegnare all’acquirente una fideiussione di durata decennale, rilasciata da una Banca o da un’impresa assicuratrice, a garanzia di tutte le somme incassate sino al momento dell’effettivo trasferimento di proprietà.   La stipula obbligatoria di fideiussione è posta a garanzia dell’acquirente  per l’eventuale restituzione delle somme versate nel caso in cui il costruttore incorra in una situazione di crisi e deve essere, alresì, consegnata al momento della sottoscrizione del contratto preliminare, in mancanza quest’ultimo è da considerarsi nullo. Inoltre la garanzia offerta include le somme versate, gli interessi legali maturati e le eventuali spese (legali) sostenute dall’acquirente per conseguire la restituzione  di quanto già versato ove la stessa non sia immediatamente offerta ed eseguita.